La Tempesta nel Porto [POESIA]

Quando la tempesta sta per entrare nel porto
ogni banchina si trasforma in concerto
di pescherecci che dondolano
di catene che cigolano
di piccole onde che si infrangono sul cemento.

Quando il vento sospira la sera
e il cielo si illumina come un neon difettoso
di una vecchia taverna sul porto,
i gabbiani improvvisano un balletto
tra le nuvole sempre più grigie.

Quando la gente corre con le mani in testa
e cerca riparo sotto la luce dei portici,
gli ombrelloni della passata stagione
o i balconi sporgenti su facciate abbandonate,
tu fai il bagno di pioggia,
cerchi una voce nella sua voce,
guardi la luna attraverso ogni goccia,
sperando che a largo la sua barca
faccia ritorno.

Enrico Maria Tomassi

E' nato lo stesso anno di Full Metal Jacket.
Si occupa di comunicazione e marketing.
Ha pubblicato due libri e una poesia in un'antologia di poeti anarco-punk.
Crede fermamente nell'open source.
Scrive solo con penne blu. Nel tempo libero gli piace passeggiare nel verde o su spiagge deserte e ascoltare buone storie.

E' il fondatore di Nemico Lettore.

Posts di Enrico Maria Tomassi (see all)