Il sorriso brevettato

Non si sa con precisione chi fu a inventarlo.
Qualcuno dice Gesù di Nazareth, altri il leggendario Forrest Gump.

Di sicuro il primo a farsi pagare per averlo disegnato fu Harvey Ball, artista americano: 45$ da una compagnia di assicurazioni nel 1963. Ma a brevettare il sorriso che da sempre è il simbolo del buonumore fu Franklin Loufrani nel 1971.

smiley data

Smiley Ltd. è la società proprietaria dello smile, la faccina sorridente più conosciuta al mondo.

E non solo! La smile factory di Loufrani è anche proprietaria di tutte le emoticon derivate dall’happy brand più famoso del mondo.

In 43 anni di storia, Smiley Ltd. ha venduto la licenza d’uso delle sue oltre 2000 faccine a più di 1000 grandi aziende in tutto il mondo: Sony, Nokia, Samsung, Apple, Motorola, Warner Bros., DreamWorks, Benetton, giusto per fare qualche nome.

Con i suoi 200 dipendenti e un fatturato da urlo, Smiley Ltd. è una delle società più ricche e potenti al mondo.

Vi basta pensare che ogni giorno nel mondo vengono inviate 1 BILIONE di emoticon tra sms, social media e servizi di messaggistica istantanea.

A parte le emoji (particolari emoticon che non derivano dallo smile, nate in Giappone nel 1998 e ora diffuse in tutto il mondo), Smiley Ltd. non ha concorrenti nel rendere il mondo un posto più felice e sorridente.

Per questo, quando state per inviare uno smile a qualcuno fermatevi a riflettere sul suo valore.
Un sorriso è prezioso, non abusatene, ma spendetelo solo se ne vale la pena.

Enrico Maria Tomassi

E' nato lo stesso anno di Full Metal Jacket.
Si occupa di comunicazione e marketing.
Ha pubblicato due libri e una poesia in un'antologia di poeti anarco-punk.
Crede fermamente nell'open source.
Scrive solo con penne blu. Nel tempo libero gli piace passeggiare nel verde o su spiagge deserte e ascoltare buone storie.

E' il fondatore di Nemico Lettore.

Posts di Enrico Maria Tomassi (see all)