Social Media e Trip in Bianco e Nero

Quando si pensa a un social media viene subito in mente Facebook.
Forse perché l’esplosione del fenomeno social media è arrivata proprio con la nascita e l’affermarsi di questo e altri social network, come Twitter, Google Plus, ecc.

In realtà i social media esistono dal 1994, dieci anni prima della nascita del social network di Menlo Park.

I social media sono dei mezzi di comunicazione che si distinguono dagli altri media tradizionali perché trasformano il monologo (il messaggio da uno a molti, tipico della tv) in dialogo (il messaggio da molti a molti, tipico delle conversazioni nei forum o sui social network). Sui social media ha luogo la democratizzazione dell’informazione, che trasforma le persone da fruitori di contenuti a produttori di contenuti.
E’ proprio questa forma democratica di comunicazione, che permette a chiunque di partecipare alla conversazione, a rendere questi media dei mezzi di comunicazione sociali.

Social media non sono solo i social network, ma tutti quei mezzi di comunicazione che permettono la conversazione di più persone intorno a un argomento.

Il più famoso e consultato social media è sicuramente il blog.
Nato nel 1994 come un semplice sito personale, il blog è diventato oggi una delle principali fonti d’informazione online e un importante centro di discussione intorno ai temi più vari.

Uno dei più famosi tra i primi blog fu Justin’s Links, di Justin Hall.
Tra i primi contenuti pubblicati su questo blog c’era una foto che ritraeva Cary Grant mentre si calava una pasticca di LSD.

cari grant lsd

Cary Grant fu l’alterego di un bizzarro uomo inglese di nome Archibald Alexander Leach, per gli amici Archie.
Arrivato a Hollywood dall’Inghilterra nei panni di Cary, Archie riuscì a conquistare tutti con il suo stile, la sua bellezza e la sua intelligenza. La carriera d’attore lo portò a girare quasi 100 film, a ricevere un Oscar nel 1970 e a diventare una delle più grandi star della storia del cinema.

Cary Grant era il perfetto prototipo di Homo Atlanticus: civile, ma non noioso; moderato, ma progressista; ricco, certo, magari ricchissimo, ma non arido né tantomeno imbolsito.
(WuMing – 54)

Ma Cary e Archie non riuscivano a convivere. La vita di Grant ormai non era più quella di Leach, che in Inghilterra era abituato a fare il funambolo da circo o la comparsa nei music-hall.
Cary Grant era un gentiluomo elegante e ironico che in pubblico indossava con vera maestria la maschera del divo di Hollywood, ma che in privato era completamente incapace a gestire la propria vita.

Nel 1957, dopo tre matrimoni falliti, Cary capisce di avere un problema.
Scopre di soffrire di un disturbo di personalità, e per curarsi, all’età di ben 53 anni, decide di sottoporsi ad alcuni esperimenti psichiatrici che prevedono l’assunzione di LSD.

Prima degli anni ’50 la psichiatria era una scienza poco popolare.
Lo stesso Grant era molto scettico nei confronti di questa scienza, ma la disperazione data dall’incapacità di amare e di essere amato lo portò a tentare le strade più estreme della medicina della mente.

Proprio in quegli anni Aldous Huxley pubblicava due libri sulle sue esperienze con la mescalina, mentre di lì a poco sarebbero comparsi i primi psicofarmaci.

Cary Grant invece si sottopone agli esperimenti psichiatrici del Dr. Hartman, assume LSD sotto controllo medico per una serie di sedute e risolve il suo problema!

A proposito di questa esperienza Grant nella sua autobiografia dirà:

Ho imparato ad accettare le conseguenze delle mie azioni. Ho imparato che nessuno teneva a me perché ero infelice.
Ho imparato che spesso i luoghi comuni dicono il vero.
Ho imparato che tutto è, o diventa, il suo contrario.
Per essere uno studente lento, ho imparato molto, e il risultato di tutto questo fu una rinascita.
Una nuova valutazione della vita e di me stesso. Una pulizia di tante inutili paure e colpe, e la fine delle tensioni che ne erano scaturite.
[…] Ho fatto più di 60 film e ho vissuto a Hollywood per più di 30 anni.
Trenta anni trascorsi a lavorare duro in compagnia di persone eccitanti, amorevoli, serie e oneste. Trenta anni fa i miei capelli erano neri e ondulati, oggi invece grigi e ispidi.
Ma ciò che succede oggi è che gente sconosciuta, quando si ferma con l’auto accanto a me a un semaforo, mi sorride!
Mi sento bene. Sono solo, ma mi sento bene. Mia madre è molto anziana. Le mie mogli mi hanno lasciato. Ma quello che mi aspetto è di incontrare una donna che abbia le migliori qualità di ciascuna di loro.
Come disse una volta un filosofo: “Non di può giudicare il giorno fino alla notte”. Dal momento che per me è sera, o almeno l’ora del tè, posso guardare indietro e valutare la giornata. E’ stata una gloriosa avventura fino qui, anche le parti più tristi, e non vedo l’ora di vedere il resto di questo film.

Cary Grant Lsd
Per risolvere il suo problema, Cary Grant si andò a informare su delle tecniche di cui i grandi media non parlavano assolutamente. Molti invece, rimanendo ignoranti e diffidenti nei confronti della psichiatria, soffrirono per anni, e iniziarono a curarsi solo quando questa scienza divenne popolare grazie ai mass media.

Credo che Justin Hall aprendo il suo blog proprio con questa storia, abbia cercato di definire quali dovrebbero essere i contenuti di un qualsiasi blog: informazioni interessanti, per persone interessate all’argomento, che di solito non vengono fornite dai media tradizionali.

Un’informazione differente per dei media differenti da quelli tradizionali, nuovi, più sociali, dove avviene non solo la democratizzazione della parola, ma anche quella di gusti e idee.

Enrico Maria Tomassi

E' nato lo stesso anno di Full Metal Jacket.
Si occupa di comunicazione e marketing.
Ha pubblicato due libri e una poesia in un'antologia di poeti anarco-punk.
Crede fermamente nell'open source.
Scrive solo con penne blu. Nel tempo libero gli piace passeggiare nel verde o su spiagge deserte e ascoltare buone storie.

E' il fondatore di Nemico Lettore.

Posts di Enrico Maria Tomassi (see all)