La Prigione dell’Intrattenimento Brandizzato

Immagina un mondo dove non esistono i cinema, i concerti, le rappresentazioni teatrali.
Un mondo dove le persone non leggono libri, sono estremamente timide e passano il loro tempo incollate a uno schermo.

Ti sembra un mondo così strano? Eppure è il mondo in cui vivi!

Nel giro di 10 anni il nostro modo di passare il tempo è cambiato radicalmente.

Le moderne tecnologie ormai ci offrono tutto l’intrattenimento che vogliamo, dove vogliamo e quando vogliamo, gratuitamente o magari facendoci spendere solo qualche euro.

google-play-logo

Dopo l’uscita dei primi smatphone, nel 2008 Google crea Google Play: un negozio virtuale dove con qualche euro o con solo pochi centesimi è possibile acquistare applicazioni, film, canzoni, libri e riviste, sviluppato non solo per smartphone con sistema operativo Android, ma anche per qualsiasi computer connesso a internet.

Nel 2012 Google lancia Youtube Show: una serie di canali Youtube che raccolgono show televisivi da tutto il mondo (programmi, tg, serie, cartoni animati, ecc).
A distanza di soli 2 anni Google Play viene integrato con Youtube, e l’intrattenimento televisivo e cinematografico offerto a chiunque abbia un account Google diventa impressionante.

Google-Hangouts-logo

Ma l’intrattenimento di Google non riguarda solo film e telefilm.
Con il lancio di Google+ nel 2011, il rivoluzionario social network di Big G, viene introdotto Hangouts, un sistema di messaggistica istantanea che permette di effettuare anche videochiamate e videoconferenze. Attraverso questa applicazione, concerti e rappresentazioni teatrali cominciano ad essere trasmessi gratuitamente in diretta streaming su Youtube.

ituneslogo

Mentre Google si occupava dell’intrattenimento visivo, Apple aveva già rivoluzionato il mondo della discografia. Dopo l’apertura di iTunes Store nel 2003, acquistare un sola canzone costa poco più di un caffè. Non c’è più bisogno di arrivare fino al negozio di dischi, perché possiamo scaricare tutta la musica che vogliamo direttamente da pc di casa nostra o sul nostro smartphone.

Amazon-Logo

Nel 2007 Amazon lancia Kindle, il primo ebook reader della storia, e leggere un libro non è più la stessa cosa. Con questo dispositivo, grande più o meno come un taccuino, è possibile leggere e conservare una miriade di libri. In più non c’è bisogno di andare in libreria, perché con Kindle i libri possono essere acquistati direttamente da casa e a pochi euro.

facebook-logo

Nel 2004 Mark Zuckerberg mette online Facebook, e nel giro di pochi anni i social network cambiano radicalmente il modo di interagire delle persone. Il passatempo preferito diventa spiare le vite degli altri. Chiamarsi o incontrarsi per fare una semplice chiacchierata non serve più. Con chat, videochat, DM e live tweet, rimanere in contatto con le persone che fanno parte della nostra vita è totalmente gratuito e si può fare direttamente dal divano di casa, basta un click!

prigione

I grandi brand ci offrono tutto l’intrattenimento che vogliamo, dove vogliamo e quando vogliamo. Ma a che prezzo?
Non pochi centesimi o qualche euro, ma la nostra vita e la nostra libertà.

Ormai viviamo schiavi di uno schermo che ci fornisce tutto ciò di cui abbiamo bisogno, ma che contemporaneamente ci aliena da tutto il resto.

Quante volte sei andato al cinema, a un concerto, o a teatro nell’ultimo mese? Quante volte nell’ultimo mese sei andato in libreria o ti sei messo a leggere un libro alla vecchia maniera?
Quante volte nell’ultimo mese hai parlato con ognuno dei tuoi amici su Facebook? Quante volte nell’ultimo mese hai spento per più di un giorno tutti gli schermi che usi quotidianamente?

Quante volta nell’ultimo mese hai realmente vissuto?

Prova a staccare la testa dallo schermo. Esci a fare una passeggiata. Vai a mangiare dei popcorn al cinema o a bere del vino a un vernissage. Vai a teatro o a sentire un concerto. Compra un libro in libreria e vattelo a leggere al parco. Parla con un “amico” con cui non hai mai parlato, anche su facebook.

Prova a vivere la tua vita come facevi prima che tutto l’intrattenimento possibile ti arrivasse a casa con un click.

Prova ad allontanarti dai monitor illuminati, riscopri che il mondo non è solo quello che ti passa sullo schermo e ricorda che la vita non è uno sceneggiato di Truffaut tratto da Fahrenheit 451 di Bradbury.

Enrico Maria Tomassi

E' nato lo stesso anno di Full Metal Jacket.
Si occupa di comunicazione e marketing.
Ha pubblicato due libri e una poesia in un'antologia di poeti anarco-punk.
Crede fermamente nell'open source.
Scrive solo con penne blu. Nel tempo libero gli piace passeggiare nel verde o su spiagge deserte e ascoltare buone storie.

E' il fondatore di Nemico Lettore.

Posts di Enrico Maria Tomassi (see all)