La Cultura di Google

Scoprire opere d’arte, rivivere i momenti più significativi della storia e conoscere il patrimonio culturale dell’umanità: questo è Google Cultural Institute.

Dopo aver scansionato l’intero web creando il più grande motore di ricerca al mondo, e dopo aver mappato quasi tutte le strade del mondo creando il più grande stradario mai esistito, BigG prova a catalogare l’intera cultura umana.

Lanciato sulla rete nel 2012 e con una sede fisica a Parigi dal 2013, Google Cultural Institute mette la storia e la cultura umana a portata di click.

Grazie a importanti partner del mondo della cultura, tra cui lo Smithsonian Institute, Google ha raccolto milioni di informazioni da musei, fondazioni e archivi, realizzando uno dei più importanti portali culturali al mondo insieme a Wikipedia.

bari

Art Project

La prima sezione del Google Cultural Institute è dedicata a dipinti, sculture e altri oggetti d’arredamento provenienti dai musei di oltre 40 paesi.
Ben 40.000 immagini ad altissima risoluzione che permettono di esaminare dettagli mai visti.

phon

Momenti Storici

Questa sezione è dedicata a una serie di mostre a carattere storico, dal 1600 a.C. a oggi.
Ogni mostra racconta una storia con documenti, foto, video e, in alcuni casi, testimonianze dirette di chi ha vissuto quei momenti.

World Wonders

Poter visitare le meraviglie del mondo antico e moderno, dalle rovine di Pompei al Memoriale della pace di Hiroshima: questo è l’obiettivo di World Wonders Project.
Grazie alla tecnologia di street view, questa sezione permette di esplorare virtualmente alcuni dei siti del patrimonio mondiale attraverso immagini panoramiche a livello stradale, permettendo di perlustrarli come se si fosse davvero lì.

google cultural institute

Raccogliere e organizzare informazioni a livello mondiale per poi renderle accessibili a tutti: la mission di Google è sempre la stessa, che si parli di un motore di ricerca, di mappe stradali o cultura.
Google Cultural Institute è un progetto che non solo raccoglie e organizza la cultura mondiale per renderla accessibile a tutti, ma la conserva in formato digitale per educare e ispirare le generazioni future.

Fondendo cultura e tecnologia, Cultural Institute potrebbe rivelarsi uno strumento davvero innovativo, particolarmente utile per studenti, studiosi e insegnati che vogliano seguire un percorso d’apprendimento divertente e interattivo.

Enrico Maria Tomassi

E' nato lo stesso anno di Full Metal Jacket.
Si occupa di comunicazione e marketing.
Ha pubblicato due libri e una poesia in un'antologia di poeti anarco-punk.
Crede fermamente nell'open source.
Scrive solo con penne blu. Nel tempo libero gli piace passeggiare nel verde o su spiagge deserte e ascoltare buone storie.

E' il fondatore di Nemico Lettore.

Posts di Enrico Maria Tomassi (see all)