MATTINE TROPPO MAGRE [POESIA]

Oddio, ho perso la testa per gli pseudonimi, per questi pseudo arrampicatori sociali, per le mattine troppo magre da macinare nell’anfiteatro dell’esistenza manchevole; e – resisti! – mi hanno fregato le pozzanghere di perle subacquee, ci sono affogato dentro, ma ora, mi mancano le donnucce mangiapreti, quaggiù, le badanti dell’invidia autoreferenziale, rachitiche gioie del domani.(…)

More